Oltre 6 mila presenze al Festival

Visite: 283

Calderone: "Aspetto Di Maio in Consiglio Nazionale"

Milano, 22 giu. (Adnkronos/Labitalia)

"È stato il Festival più frequentato, abbiamo avuto oltre 6mila presenze, ma il pensiero oggi va a quando, dieci anni fa, a Treia, quasi per gioco, su una panchina come questa, e insieme a Rosario De Luca e al collega Luigi Santalucia, che ci ha messo a disposizione uno scenario meraviglioso, tutto è cominciato". Così Marina Calderone, Presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro, nel suo discorso di chiusura del Festival del lavoro. Da allora, ha continuato, "il Festival ha camminato per l'Italia, portando con sé migliaia di persone". "Vi ringrazio - ha detto rivolgendosi alla platea - perché senza di voi potremmo progettare qualsiasi cosa, ma mancherebbe la componente che rende tutto vero e cioè i Consulenti del Lavoro". Chiare le sfide per il futuro: "Ci battiamo per l'equo compenso, per la dignità dell'attività professionale. Non basta una dichiarazione di principio, che poi è difficile da applicare. Il nostro impegno è che nessuno pensi di fare la festa al lavoro", ha concluso. "Aspetto Luigi Di Maio in Consiglio nazionale", ha aggiunto poi la Presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro commentando il videomessaggio del vicepremier Luigi Di Maio in cui quest'ultimo ha promesso, tra l'altro, che, non appena sarà formalizzato il decreto attuativo sul Durc, si recherà personalmente dalla presidente Calderone.

A salire sul palco, infine, Rosario De Luca, Presidente della Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro, per guardare già al prossimo anno: "Non sappiamo dove, non sappiamo quando, ma anche il prossimo anno il Festival ci sarà per aprire il nuovo decennio".